“Raccontare Lampedusa” di Nadia Nappo

30 novembre 2014

Da tempo desideravo andare a Lampedusa. Quante volte il mio immaginario ha fatto contatto con quel luogo. Il dolore per le tante vite di migranti che attraversano il mare Mediterraneo e arrivano a toccare terra “sull’isola”, è divenuto parte della mia vita materiale. Affrontare l’argomento senza essere assorbita da pensieri d’altri, che non partono da me, è divenuta una mia necessità.

Alcune donne della rete delle Città Vicine, dal 2011 vanno a Lampedusa per avere un’esperienza diretta con delle e dei migranti e con abitanti di quella isola. Quest’anno ho deciso di partire con loro, in particolare con Anna Di Salvo della Città felice di Catania. Dalla loro prima vacanza politica Lampedusa mon amour sono riuscite a fare mostre, incontri, concerti, video con donne e uomini della rete e con abitanti dell’isola, con associazioni come Askavusa e Colors revolutions, sviluppando delle relazioni significative.

 

Leggi tutto sul sito della Società Italiana delle Letterate



Comments ( 0 )

Leave a Comment

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>