AdA : anello di accelerazione.

Ada Lovelace, nei primi dell’Ottocento, studiò i metodi di calcolo di una macchina analitica ed il suo è considerato il primo programma informatico della storia. ADA è, in omaggio alla Lovelace, un linguaggio di programmazione per grandi sistemi di calcolo.

ada : nome palindromo

Ogni teoria è questione di velocità di accelerazione. Mette in gioco la percorribilità in sensi inversi. C’è un’attinenza tra teoria e stradari, mappe, estensioni, particelle. Questa è una rivista che cerca di precisare punti di avvistamento nelle teorie femministe.

ada#7_copertina

numero #7 | fatica

Le nostre esistenze sono scandite dalla fatica. Fatica fisica, mentale, affettiva, spirituale. Fatica di crescere e di amare. Fatica del fare, delle relazioni, della ricerca di senso, della libertà. Ognuna di queste cose, e la libertà femminile prima di tutto, è costata molta fatica e costa ogni giorno. Non è mai arrivata per grazia ricevuta e, soprattutto, la libertà che le donne hanno coraggiosamente rivendicato per sé differisce da quella maschile, seppur si è lottato, molto spesso, su uno stesso fronte comune. Ci sono volute e ci vogliono ancora, a Occidente come a Oriente, molte battaglie e radicali prese di posizione. Neutralità e uguaglianza – come obiettivi da raggiungere per contrastare quella svalutazione del sesso femminile così radicata nella visione patriarcale del mondo – quando tracciano un percorso speculare e di riconoscimento del medesimo, cancellano la potenzialità della differenza. Noi di Ada insistiamo sulla differenza femminile perché, presa fuori da quella visione così monolitica e androcentrica di stampo prettamente maschile, apre spazi inediti di libertà e invita ciascuna/o di noi a giocarla apertamente in tutte le dimensioni dell’esistenza. Riconosciamo al pensiero della differenza sessuale la nostra strada maestra, dal momento che ci ha insegnato a uscire dal contabile, da quella somma di uno più uno che forma “insiemi” identitari e fissi. È un sapere che non si adagia su nessuno stereotipo del femminile (e anche di quello maschile): esso riguarda piuttosto una potenzialità di sperimentare a partire da sé, perché attivato da quel nucleo

–> vai al numero

in evidenza

archivio

copertine6
copertine5_bordo_2
copertine4_bordo_4
copertine3
copertine2_bordo_2
copertine_1

segnature



rami

 

Angela Putino intervista (pdf)

Impersonale della politica Angela Putino

Lucia Mastrodomenico intervista (pdf)

[interviste tratte da: Conni Capobianco, Interpreti e protagoniste del movimento femminista napoletano, 1970-1990, Napoli, coop. Le Tre Ghinee-Nemesiache, 1994]

Bevendo un tè al mango Angela Putino e Lucia Mastrodomenico (pdf)

[editoriale da: “Madrigale” n.7, luglio 1991]

Lina Mangiacapre intervista (pdf)

[da: Conni Capobianco, Interpreti e protagoniste del movimento femminista napoletano, 1970-1990, Napoli, coop. Le Tre Ghinee-Nemesiache, 1994]

Androgina / Amazzone Lina Mangiacapre e Angela Putino (pdf)

[dalla relazione al convegno di DARS, «Donne e Guerra nel mito e nella storia», Udine, 6-7 dicembre 1987, in «Manifesta. Il diverso della scrittura», n.1, anno I, ottobre 1988]

Pause, Lucia Mastrodomenico (link)

[Uno scritto inedito di Lucia Mastrodomenico, Pause. Appunti sparsi risalenti all’anno 2006. Forse li avrebbe rivisti e pubblicati su “Adateoriafemminista”. Questo non lo sappiamo e non lo potremo sapere].

__________

Insegnare l’ininsegnabile, Nadia Nappo (link)

Créativité et politique chez trois femmes napolitaines du XXe siècle : Lina Mangiacapre, Lucia Mastrodomenico et Angela Putino, Stefania Tarantino (link)

«Tra me e una donna c’è il mondo», Tristana Dini (link)

Voce “Angela Putino” in Enciclopedia delle Donne, Stefania Tarantino (link)

La pedagogia della differenza, Stefania Tarantino (link)

Forza materiale e inaddomesticata. La “funzione guerriera” nel pensiero femminista di Angela Putino, Tristana Dini (link)

 

_________










Collettivo di redazione

ada teoria femminista

Rivista fondata da Lucia Mastrodomenico e Angela Putino

La nostra storia – Chi siamo

collettivo di redazione:

Maria Rosaria Corcione (Direttora)

Maria Vittoria Montemurro, Nadia Nappo, Tristana Dini, Stefania Tarantino, Lina Cascella, Anna Correale, Stefano Perna

 

in relazione con noi:

Alessandra Macci, Marisa Forcina, Chiara Zamboni, Olivia Guaraldo, Giovanna Borrello, Maria Rosaria Mariniello, Laura Bazzicalupo, Anna Di Salvo, Loretta Borrelli, Michael Hirsch, Chiara Guida, Maria Grazia Gravina.

 

contatti:

ada@adateoriafemminista.it

registrazione:

adateoriafemminista n°1 – Autorizzazione del tribunale di Napoli – registro stam- pa n° 85 del 29/09/2006

dispositivo grafico:

Stefano Perna

 

Madrigale

Proponiamo qui in pdf alcuni numeri di Madrigale

Trimestrale di politica e cultura delle donne (Edizioni Lo Specchio di Alice e Magistra)

rivista diretta da Lucia Mastrodomenico e Marina Pivetta

 

Madrigale Anno I- N.2 Aprile/Giugno 1989

 

Madrigale Anno I – N.3 III trimestre 1989

 

Madrigale Anno 2 – N. 5 – 1990

 

Madrigale Anno III – N. 7 Luglio 1991

 

Madrigale Anno 4 – N.10 Febbraio 1993